Titolare dell’atelier, mi presento nel settore con una riproposizione in chiave attuale dello stile Art Nouveau. Formatomi nell' industria come designer di progetto, maturo la mia passione per l’archeologia industriale e per quello che riguarda l’arredo di inizio secolo; testimonianze di un “savoir faire” che tende a perdersi,  per lasciare spazio al razionalismo attuale estremizzato da linee troppo rigide e fredde e dall’utilizzo di materiali ..............

Affinando le conoscenze sulle tecniche della lavorazione del legno, mi dedico alla ricerca di essenzialità nella forma. Approfondisco tramite il disegno artistico, lo studio delle forme naturali, botaniche in particolare, e fondo le  nozioni cosi acquisite dando materia al concetto secondo il quale:  "ogni forma esistente può essere considerata come il limite dello spazio vuoto che la circonda o che è in essa contenuto" (concetto fondamentale nella progettazione strutturale in cui lo spazio vuoto svolge una funzione di primaria importanza), modificando così il punto di vista verso tutto ciò che ci circonda.

Da questo concetto puramente “meccanico”nascono le realizzazioni, i mobili scultura che definiscono nettamente il sottile confine che esiste tra materia e spazio, natura e tecnologia, canone antico e moderno.

Art Nouveau collabora con diversi artisti al fine di creare un melting pot di esperienze, proponendo opere in cui non solo sussiste un’abilità progettuale, ma un intrecciarsi di arti applicate che hanno lo scopo di rendere unica ogni realizzazione.

Si crea a queso punto un anello di congiunzione tra lo stile floreale di inizio secolo e lo stile tecnologico, "decostruendo" l'archetipo della linea classica per riproporla in termini attuali se non addirittura futuristici.